N. 2 - Casistiche di riciclaggiodi Catello Criscuolo, Maria Benedetta Bastioni, Michele Amandolagine, Katia Bucaioni, Stefania Iacobelli, Carmine Carrella, Stefania Santoro, Maria Colonnello, Simone Pace, Fabrizio Giallombardo

Go to the english version Cerca nel sito

Aprile 2015

Classificazione JEL: K14, K22

Parole chiave: riciclaggio, casistiche, tipologie, operazioni sospette.

Il lavoro raccoglie una selezione di casi di particolare interesse, riscontrati nel corso dell’attività di analisi finanziaria condotta dall'Unità di Informazione Finanziaria a partire dal 2008, anno della sua istituzione. Si tratta di fattispecie molto diverse tra loro in termini di complessità e rilevanza economica, la cui diffusione ha lo scopo di fornire ai destinatari degli obblighi di segnalazione di operazioni sospette uno strumento informativo pratico e di agevole consultazione, che possa supportarli nella rilevazione di fattispecie riconducibili a fenomeni di riciclaggio.

Nel Quaderno vengono esemplificati gli elementi portanti e ricorrenti di casi individuati nel corso di distinte, ma interconnesse, attività della UIF: l’analisi finanziaria delle segnalazioni di operazioni sospette, le ispezioni, la collaborazione con l’Autorità giudiziaria, la collaborazione internazionale con FIU estere.

Nella descrizione di ogni caso vengono riportati gli elementi caratterizzanti l’operatività e viene rappresentato sinteticamente il percorso effettuato dalla UIF per accertare origine e destinazione dei fondi. Ogni caso è accompagnato da una rappresentazione grafica, con l’obiettivo di agevolare la comprensione mediante la ricostruzione delle dinamiche dei flussi finanziari, dell’operatività complessiva e delle correlazioni tra i soggetti coinvolti.

La pubblicazione si articola in due sezioni. La prima, denominata “Casi ricorrenti”, pone all’attenzione del lettore quelle tipologie di comportamento finanziario anomalo rilevate frequentemente nel corso delle attività istituzionali dell’Unità. La seconda, denominata “Casi emergenti”, comprende invece fattispecie che, pur essendo numericamente meno consistenti delle prime, presentano elementi innovativi sotto il profilo della modalità di condotta anomala.

La pubblicazione si pone nel solco di altre iniziative di divulgazione, avviate dall’Unità, volte a rispondere alla crescente domanda di conoscenza dei meccanismi sempre più complessi di utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo. Nella descrizione dei casi si è tentato di adottare un linguaggio semplice, il più possibile comprensibile anche a chi non fosse particolarmente esperto nel settore, essendo la pubblicazione rivolta, oltre che ai segnalanti, anche a tutti gli interessati ad approfondire la materia.

Testo della pubblicazione