N. 5 - Anomalie nell'utilizzo del contante e riciclaggio: un'analisi econometrica a livello comunaledi Guerino Ardizzi, Pierpaolo De Franceschis e Michele Giammatteo

Go to the english version Cerca nel sito

Gennaio 2016

Classificazione JEL: E26, E42, G28, K42

Lo studio propone un modello econometrico per identificare le anomalie nell’utilizzo di contante a livello comunale, potenzialmente riconducibili ad attività criminali; l’analisi ha riguardato 6.810 comuni italiani nel 2010 (ultimi dati disponibili per alcune fonti esterne).

L’utilizzo del contante è misurato dalla quota dei versamenti in contante rispetto al totale dei versamenti a livello comunale: tale variabile, in linea con la letteratura esistente, risulta correlata negativamente con il reddito medio pro-capite e con indicatori di educazione finanziaria e di spessore del settore finanziario; emerge, invece, una correlazione positiva con misure locali di criminalità. Il modello, tenendo conto dei ‘fondamentali’ socio-economici e finanziari dell’uso del contante, consente di individuare i comuni con la maggiore incidenza di utilizzi anomali (non spiegati): sulla base dei risultati vengono calcolati indicatori comunali di esposizione al rischio di riciclaggio, anche con riferimento a specifiche categorie di reati.

Gli indicatori possono essere utili sia nell’orientare l’azione della UIF e delle altre autorità, sia nel supportare le valutazioni degli intermediari sulla rischiosità della propria attività.