Quaderni dell'antiriciclaggio - Collana Dati statistici II-2014

Go to the english version Cerca nel sito

Maggio 2015

Nel secondo semestre del 2014, l’Unità di Informazione Finanziaria ha ricevuto 34.183 segnalazioni di operazioni sospette (+ 3,3 per cento rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente e - 9 per cento rispetto al semestre precedente).

La riduzione del numero di segnalazioni registrata nel semestre, pari a 3.392 unità, è riconducibile al comparto degli intermediari finanziari che, ad eccezione della categoria delle SIM, delle Imprese di Assicurazione e della categoria residuale ‘Altri intermediari Finanziari’, ha registrato cali consistenti in termini percentuali nel numero delle segnalazioni trasmesso alla UIF. In particolare, il numero di segnalazioni trasmesse dalla categoria ‘Banche e Poste’, che nel semestre precedente aveva superato ampiamente le 30.000 unità, ha mostrato una contrazione di circa 2.600 unità.

L’andamento del numero di segnalazioni del comparto non finanziario, complessivamente in crescita del 2,98 per cento, mostra segnali contrastanti nelle sue due componenti principali: cala il numero delle SOS dei professionisti e cresce quello degli operatori non finanziari.

Con riferimento alla componente territoriale delle operatività segnalate, il calo del numero delle segnalazioni è stato generalizzato e ha riguardato sia le tre regioni maggiori per numero di segnalazioni (Lombardia, Lazio e Campania) che quelle minori che nel precedente semestre avevano registrato rialzi consistenti.

E’ lievemente sceso il numero di segnalanti che hanno inviato all’Unità almeno una segnalazione: 506 intermediari bancari, 196 intermediari finanziari, 84 professionisti e 38 operatori non finanziari.

Il numero di segnalazioni analizzate e trasmesse agli Organi Investigativi nel corso del semestre in esame ha superato le 36.000 unità.

Nel periodo in osservazione, l’Unità ha adottato 20 provvedimenti di sospensione di operazioni sospette ai sensi dell’articolo 6, comma 7, lettera c) del d.lgs. 231/07, corrispondenti ad un valore di complessivo di 23,4 milioni di euro.

Nel semestre, l’Autorità Giudiziaria ha inviato alla UIF 129 richieste di informazioni e collaborazione (+25,2 per cento rispetto all’analogo periodo del 2013).

E’ cresciuto lo scambio informativo con le FIU estere: tramite i circuiti internazionali riservati sono stati trattati complessivamente 977 casi.

Con riferimento alle Segnalazioni AntiRiciclaggio Aggregate (S.A.R.A.), si sottolinea, nel semestre in esame, una lieve diminuzione del numero delle banche segnalanti, cui corrisponde una contrazione del valore complessivamente segnalato. I dati relativi agli Istituti di pagamento, tipologia di segnalante che ha iniziato a trasmettere le informazioni soltanto all’inizio dell’anno, mostrano una lieve espansione del settore sia in termini di numerosità dei soggetti, che di importi segnalati.